Rimpasti e indiscrezioni: Corradi nel Pd chiede la testa di Rossi. Il capogruppo Oliveri: «Propenso ad accettare»

Ha destato molto clamore, ad Arenzano, la notizia data in anteprima da Cronache Ponentine sull’ingresso di Alberto Corradi nel Pd, convinto dal sindaco Luigi Gambino. Il primo cittadino peraltro è pronto a un rimpasto di giunta per far entrare l’ex assessore provinciale nell’amministrazione.

E, proprio sulle indiscrezioni che parlano di un probabile rimpasto di giunta, arriva pronta la replica di Corradi: «Il mio unico legame con il passato è rappresentato da Matteo Rossi, ormai lui rappresenta il vecchio nella politica arenzanese, dunque accetto la proposta ma solo se salta la sua testa».

Le sorprese non finiscono qui, perché ci è arrivata anche una dichiarazione del capogruppo di maggioranza in consiglio comunale Davide Oliveri: «Rossi ed io ci siamo scontrati molto, ultimamente, a proposito degli eventi estivi ad Arenzano. Dunque personalmente sono propenso ad accettare la richiesta di Corradi».

Pesce d’aprile