VIDEO & FOTO – Oltre 1800 marciatori da tutto il mondo per la prima giornata della Mare e Monti, le interviste

di Valentina Bocchino

Germania, Taiwan, Corea del Sud, Olanda, Belgio, Spagna, Norvegia… per la prima giornata della Mare e Monti di Arenzano sono oltre 1800 gli iscritti provenienti da tutto il mondo.

La maggior parte, quest’anno, ha scelto il percorso A, quello di 20 km con il massimo dislivello (1183 metri): si partiva da Villa Figoli e poi su per il Curlo, passo della Gava, monte Reixa, passo Vaccaria e poi indietro fino ad Arenzano. E, alla Gava, ristoro per tutti con le mitiche trenette al pesto servite dagli Alpini, da gustare sui prati (circa 130 kg sono stati distribuiti solo nel punto ristoro di Villa Figoli).

Nel video di Cronache Ponentine pubblicato qui sopra, le interviste ai partecipanti da Taiwan, dal Belgio e dall’Italia: storie di persone che sono arrivate ad Arenzano per la prima volta, storie di persone che hanno deciso di tornare, storie di persone che partecipano alla Mare e Monti ormai da decine di anni, tutti accomunati dal fatto che nel comune rivierasco si trovano molto bene per un mix di fattori tra cui la bellezza dei panorami e la simpatia dei volontari che ogni anno organizzano la marcia. 

La partecipazione alla giornata di domani – domenica 8 settembre – dipende invece molto dalle condizioni meteo.

Ma non c’è stato solo spazio per lo sport: il lungomare e via Bocca si sono riempiti di bancarelle, e poi, nel pomeriggio, la tradizionale degustazione di goulash ungherese preparato dalla delegazione di Tata, gemellata con Arenzano.