VIDEO – Lavori in ferrovia, Arenzano non dorme più

Ad Arenzano non si dorme e fioccano le proteste dei cittadini che non sopportano più il forte rumore che proviene dalla ferrovia quasi tutte le notti, ormai da qualche settimana.

Al rumore si aggiunge anche l’odore sgradevole di gasolio che proviene dal cantiere: una combinazione ideale che in questo periodo di finestre aperte per il caldo rende la vita impossibile non solo a chi abita in prossimità della ferrovia.

Anche il Sindaco Luigi Gambino, dopo le numerose segnalazioni dei cittadini, ha scritto lunedì 3 agosto a R.F.I. per chiedere una maggiore attenzione nel rispetto dei limiti acustici consentiti.

I lavori, che sono indispensabili per la manutenzione dei binari, devono essere eseguiti negli orari in cui non passano i treni, quindi di notte, per non bloccare la ferrovia di giorno, eventualità che sarebbe fonte di enormi disagi per chi usufruisce del trasporto su rotaia. Oltretutto sembra che non sia possibile installare delle barriere antirumore a causa del tempo troppo breve previsto per i cantieri.

Ma il disagio è forte e qualcuno chiede che sia interessata l’Arpal per effettuare le verifiche sull’inquinamento acustico. Altri invece stoicamente si mettono il cuore in pace perchè i lavori di manutenzione vanno fatti (e la storia in Liguria ci insegna quali possono essere le conseguenze…).