attentiaqueidueemmepiemmepiemmepigaggero
attentiaqueidueemmepiemmepiemmepigaggero

VIDEO – È mancato Piero Parodi, idolo della canzone genovese: aveva portato la sua musica anche ad Arenzano

“Eri l’idolo di mio papà, cantava sempre Tiribi Taraba. Ho avuto l’onore di conoscerti e averti nel mio teatro, ogni volta che ti incontravo era sempre un bel viaggio nei ricordi, sono stato fiero di esserti amico… Ciao Piero, infinitamente grazie”: queste le parole di Lazzaro Calcagno, presidente del teatro Il Sipario Strappato di Arenzano, affidate a Facebook, in ricordo di Piero Parodi, icona della canzone genovese, mancato oggi all’età di 86 anni.

Nel video, pubblicato sul canale YouTube del teatro, parte dello spettacolo che aveva portato al Sipario Strappato:

 

Il celebre cantautore genovese Piero Parodi è era ricoverato presso l’ospedale Villa Scassi di Sampierdarena da tre mesi per problemi legati ai reni.

Parodi, il cui nome vero era Pietro Paolo Parodi, è stato uno dei più grandi cantautori della storia della musica folk dialettale e della canzone genovese, arrivando a superare, con i suoi 35 singoli e 15 album, il milione e mezzo di copie vendute in 60 anni di carriera.

Padre del cantautore Max Parodi, fondatore del gruppo La Rosa Tatuata, ha collaborato con molti artisti liguri importanti, tra cui Fabrizio De Andrè, Paolo Villaggio, Vittorio De Scalzi, Franca Lai e i Trilli, ed ha partecipato a moltissime trasmissioni televisive nazionali RAI negli anni ’70.

Debuttò al cinema all’età di 73 anni nei due film benefici della saga di “Capitan Basilico” dei Buio Pesto.

La moglie Liliana desidera ringraziare lo staff del reparto di Nefrologia dell’Ospedale Villa Scassi di Sampierdarena e in particolare modo il Direttore, Dottor Paolo Sacco.

Le foto pubblicate su Facebook da Lazzaro Calcagno mostrano Piero Parodi davanti al teatro Il Sipario Strappato di Arenzano

 

X