attentiaqueidueemmepiemmepi
attentiaqueidueemmepiemmepi

Calcio, un Val Lerone cinico sotto porta rifila tre reti all’ Oregina

Ancora un turno infrasettimanale per il Val Lerone, che ha affrontato, in notturna, l’Oregina, squadra dell’omonimo quartiere di Genova, cui si accede salendo la “creusa” che sale ripida dietro la Stazione di Principe, nota a livello nazionale per aver portato agli onori della cronaca sportiva Vincenzo Fiorillo, portiere della Primavera della Sampdoria campione d’ Italia nel 2008 (attualmente in forza al Livorno, in Serie B), ma soprattutto – per gli appassionati della storia risorgimentale – per il fatto che sul piazzale della Nostra Signora di Loreto, proprio in questo quartiere di Genova, venne eseguito per la prima volta in Italia, il 10 dicembre del 1847, l’inno di Mameli, in commemorazione, a 100 anni di distanza, della rivolta del 1747 contro gli occupanti austriaci, ispirata dal celebre episodio di “Balilla”.

Quindi una rivale di tutto rispetto, che si è presentata ad Arenzano, per affrontare i ponentini, con ben quattro punti in più in classifica ad inizio gara. Ma ben presto si è potuto constatare che fra le formazioni in campo non c’era un tale divario. Poi – questa volta – la dea bendata ha sorriso agli arenzanesi, che mentre stavano esercitando una buona pressione territoriale, verso la metà del primo tempo, sono stati salvati da due pali colpiti dai genovesi.
Scossi dai pericoli corsi, i padroni di casa hanno trovato due volte la via della rete, sfruttando in entrambe le occasioni due situazioni di “palla inattiva”, che hanno consentito, prima a Matteo Sacco e poi ad Andrea Compagnoni (nella foto), di superare il portiere avversario con precisi colpi di testa, susseguenti a calci d’angolo. Anche nella ripresa è stato mantenuto alto il ritmo di gioco ed al 25°, su un rinvio della difesa dell’Oregina, Marco Bertolino ha messo in archivio il risultato di 3-0 con un gran tiro al volo.
Insomma una prestazione convincente del Val Lerone, che sta, al momento, esprimendosi a buoni livelli tra le mura amiche. Infatti nei primi tre incontri di campionato ha conquistato 7 punti sui 9 disponibili, segnando 7 reti e subendone una sola.
La formazione scesa in campo con il modulo 4-3-1-2:  De Falco; Sacco M. (dall’80 Causa), Sacco D., Pellicci, Avenoso (dal 60 Pastorino); Canepa, Arccidiacono Dondero, Bertolino; Compagnoni; Del Genio (dal 75 Calcagno), Mazzeo (dal 85 Rachele Y.). In panchina: Lanteri, Damonte F. e Miravalle F.
Claudio Nucci
(Nella foto, scattata da Giulia Martini di Dilettantissimo tv, Andrea Compagnoni)