Scorri in basso per leggere l'articolo

Ad Arenzano spunta una strana antenna 5G. Chi ci sarà dietro?

Con la Fase 3 sono ripartite anche le attività del GGA. La quarantena ha rafforzato il già forte senso civico del Gruppo Goliardico Arenzanese protagonista negli anni passati di lavori utili al bene comune come, ad esempio, il rifacimento della segnaletica stradale o la posa di opere d’arte, come “L’orinatore”, sulla promenade cittadina.

In perfetto stile “Servizio Torri” in Amici Miei è stato eseguito un intervento in somma urgenza per migliorare l’arredo urbano della cittadina rivierasca: alcune panchine ritenute non decorose sono state tolte per provvedere al dovuto restauro.

Sempre nella notte è avvenuto un altro fatto che è andato a toccare uno degli argomenti più discussi nelle ultime settimane sui social, una fantomatica “antenna 5G” è comparsa nella piazzetta accanto al bar Roma, sopra la cassetta postale. «Quest’area è coperta dal servizio sperimentale 5G offerto da Vodafone in collaborazione con il Comune di Arenzano (che, come è stato verificato, in realtà non c’entrano nulla, ndr) – si legge su un manifesto -. Connettiti con il tuo smartphone alla rete “5G test Comune Arenzano”, con il nuovo 5G Vodafone navigherai fino a 100 mb/s senza scatto alla risposta gratuitamente per 60 minuti». Curiosa l’indicazione che ci rende edotti del fatto che, per navigare con il 5G, ci sarebbe uno “scatto alla risposta”. 

Non si sa però se i fatti (le panchine e il 5G chiaramente “farlocco”) siano collegati tra loro. Al momento sull’installazione dell’antenna non ci sono rivendicazioni. Quel che è certo è che lo scherzo non è passato inosservato, con parecchia gente che si è riversata in strada per vedere e commentare.

Per rasserenare gli animi e fugare ogni dubbio, Cronache Ponentine ha verificato e conferma: ovviamente non è un’antenna vera. E Comune di Arenzano e Vodafone non c’entrano nulla.

X