Coronavirus: Arenzano, per quest’anno nessuna sanzione per chi paga la prima rata IMU dopo la scadenza

Ad Arenzano la Giunta Comunale, sia per agevolare imprese e famiglie con problemi di liquidità dipendenti dall’emergenza Covid-19, sia per consentire a CAF e professionisti una consegna più scaglionata e quindi più sicura dei modelli di pagamento, ha deciso che non verranno applicate sanzioni in caso di versamento della prima rata IMU successivo alla scadenza del 16 giugno, purché effettuato entro il 30 settembre 2020 (con esclusione del gettito riservato allo Stato, derivante dagli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D).

«So bene che il gesto è piccolo se paragonato ai danni patiti da molti, ma va nella direzione di aiutarci come Comunità – ha detto il sindaco Luigi Gambino -. Ed è per restare nella medesima direzione che, in un momento in cui anche le entrate del Comune si sono fortemente ridotte (basti pensare ai parcheggi), invito chi ne ha la possibilità di provvedere al versamento entro la scadenza ordinaria del 16 giugno. Aiutare chi non può, essere aiutati da chi può, una grande comunità penso debba comportarsi così».